IT:Good changeset comments

From OpenStreetMap Wiki
Jump to: navigation, search
Lingue disponibili — Good changeset comments
· Afrikaans · Alemannisch · aragonés · asturianu · azərbaycanca · Bahasa Indonesia · Bahasa Melayu · Bân-lâm-gú · Basa Jawa · Basa Sunda · Baso Minangkabau · bosanski · brezhoneg · català · čeština · corsu · dansk · Deutsch · eesti · English · español · Esperanto · estremeñu · euskara · français · Frysk · Gaeilge · Gàidhlig · galego · Hausa · hrvatski · Igbo · interlingua · Interlingue · isiXhosa · isiZulu · íslenska · italiano · Kiswahili · Kreyòl ayisyen · kréyòl gwadloupéyen · Kurdî · latviešu · Lëtzebuergesch · lietuvių · magyar · Malagasy · Malti · Nederlands · Nedersaksies · norsk bokmål · norsk nynorsk · occitan · Oromoo · oʻzbekcha/ўзбекча · Plattdüütsch · polski · português · română · shqip · slovenčina · slovenščina · Soomaaliga · suomi · svenska · Tiếng Việt · Türkçe · Vahcuengh · vèneto · Wolof · Yorùbá · Zazaki · српски / srpski · беларуская · български · қазақша · македонски · монгол · русский · тоҷикӣ · українська · Ελληνικά · Հայերեն · ქართული · नेपाली · मराठी · हिन्दी · भोजपुरी · অসমীয়া · বাংলা · ਪੰਜਾਬੀ · ગુજરાતી · ଓଡ଼ିଆ · தமிழ் · తెలుగు · ಕನ್ನಡ · മലയാളം · සිංහල · བོད་ཡིག · ไทย · မြန်မာဘာသာ · ລາວ · ភាសាខ្មែរ · ⵜⴰⵎⴰⵣⵉⵖⵜ ⵜⴰⵏⴰⵡⴰⵢⵜ‎ · አማርኛ · 한국어 · 日本語 · 中文(简体)‎ · 中文(繁體)‎ · 吴语 · 粵語 · ייִדיש · עברית · اردو · العربية · پښتو · سنڌي · فارسی · ދިވެހިބަސް

Un gruppo di modifiche (in inglese changeset) è un insieme di modifiche fatte da un singolo utente in un arco relativamente breve di tempo. Quando si sta per caricar eun gruppo di modifiche l'editor offre la possibilità di aggiungere un commento per descrivere in breve le modifiche che si sono effettuate.

Il commento inserito sarà salvato nel database come etichetta (tramite la chiave comment=*) del gruppo di modifiche. Sarà poi reso visibile in diverse situazioni, ad esempio quando si guarda la cronologia di un oggetto o quando si guardano tutte le modifiche effettuate in una data area.

Perché si dovrebbero usare i commenti ai gruppi di modifiche?

Ci sono molteplici ragioni per cui bisognerebbe sempre usare i commenti ai gruppi di modifiche per descrivere i propri contributi ad OSM:

  • Come cortesia nei confronti degli altri mappatori in quanto rende più semplice agli altri capire cosa hai fatto e perché. Non specificando alcun commento si sottintende un "non è affar tuo cosa ho fatto e perché" e questo non è in linea con un progetto in cui si collabora tutti assieme ad una lavoro comune!
  • Per evitare incomprensioni e far sì che gli errori vengano corretti velocemente. Se una modifica ha come commento "Mappate alcune case usando Bing" e si sono cancellati 50 ristoranti è chiaro che si è trattato di un errore, mentre se il commento è "Rimossi i ristoranti che ho trovato definitivamente chiusi tramite rilevamento in loco la settimana scorsa" è subito chiaro che la modifica è stata fatta con cognizione di causa e per una ragione valida.
  • Per aumentare il valore della tua modifica ed evitare guerre di editing spiegando il perché stai facendo quella modifica e quale fonte utilizzi. Se qualcuno vede che hai inserito una casa che non è visibile nelle immagini aeree potrebbe essere tentato di cancellarla, ma se nel tuo commento c'è scritto "Aggiunto un edificio appena costruito" ci penserà due volte prima di basarsi solo su immagini aeree magari più vecchie.
  • Come promemoria. I commenti aiutano a ricordasi cosa si è fatto, quando e perché. Potrebbero passare mesi od anni prima che tu stesso abbia bisogno di capire perché all'epoca hai fatto proprio quella modifica.

Alcuni mappatori usano i commenti anche per registrare cosa ancora non è stato fatto ("… ma non è ancora ultimato", "… ma l'area ad ovest è ancora da elaborare" o simili).

Ci sono situazioni in cui è l'argomento di un gruppo di modifiche è scontato (ad esempio se è una modifica riguardante un solo oggetto), ma è bene non dare mai nulla per scontato. Se per esempio si corregge un errore tipografico un commento del tipo "Corretto errore tipografico" chiarisce una volta per tutto l'intento della modifica.


Esempi

Un buon commento ad un gruppo di modifiche dovrebbe descrivere in maniera semplice ed adeguata la modifica effettuata. Alcuni esempi di commenti includono:

  • "Aggiunti alcuni edifici nella zona industriale."
  • "Aggiunta una connessione al percorso pedonale tra Via Roma e Via Volturno basandomi sulla conoscenza del luogo"
  • "Aggiornati i confini di Parco Sempione"
  • "Aggiunte strade bianche e una pista ciclabile a sudest di Valvasone"
  • "Novara: Rimosso junction=roundabout dove non c'erano rotonde"
  • "aggiunte alcune insenature sulla costa di Chioggia"
  • "Aggiunte case e numeri civici utilizzando Bing e la conoscenza del luogo. Purtroppo non è stato possibile individuare tutti i civici."

Alcuni commenti sono inutili e non portano alcun beneficio, ecco alcuni esempi reali tratti direttamente da OSM:

  • "BBOX:3.23,41.96,3.23,41.96 ADD:14 UPD:0 DEL:0"
  • "151005-DE-FUe"
  • "Edit uploaded via ArcGIS Editor for OpenStreetMap feature service dec20 at 1/13/2012 9:56:00 AM"
  • "some fixes"
  • "fix"
  • "additions to map"
  • "--"
  • "d"
  • "(nessun commento)"

Ricorda che i commenti ai gruppi di modifiche rimarranno salvati nel database fintanto che il progetto esisterà, non utilizzarli per insultare i programmi di editing o gli altri mappatori che ti hanno posto questioni riguardo le tue modifiche.

Attenzione quando si aggiungono modifiche a gruppi di modifiche ancora aperti

I differenti editor si comportano in modo differente:

  • iD crea un nuovo gruppo di mofiche per ogni caricamento. → Questa sezione non interessa iD.
  • Potlatch (versioni 1 e 2) di default aggiunge le modifiche al precedente gruppo di modifiche. Per chiudere il gruppo di modifiche corrente bisogna premere il tasto "C".
  • JOSM di default crea un nuovo gruppo di modifiche per ogni caricamento, ma si può cambiare questa impostazione dalla finestra di dialogo del caricamento.

Quando si carica un gruppo di modifiche e si specifica un commento come descrizioni alcuni edito non chiudono immediatamente il gruppo di modifiche e le modifiche successive vengono aggiunte al gruppo già esistente condividendo quindi lo stesso commento.

Se si è finito di lavorare su di un elemento e si comincia un altro lavoro bisogna essere sicuri che questo nuovo lavoro faccia parte di un nuovo gruppo di modifiche con un nuovo commento che lo descrive.

Riutilizzo di vecchi commenti

La maggior parte degli editor permettono di riutilizzare i vecchi commenti facendoli scegliere da un menu a tendina. In certi casi può tornare comodo, ma non bisogna cadere nell'utilizzare commenti troppo generici (come ad esempio "modifiche varie") solo per poterli riutilizzare in tutti i gruppi di modifiche. Questo comportamento rende inutili i commenti. Inoltre bisogna prestare attenzione a non riutilizzare vecchi commenti che, per errore, non rappresentino il gruppo di modifiche.

JOSM precompila il campo dei commenti con il commento precedente. Questo può portare al riutilizzo accidentale di commenti vecchi e errati). Questo comportamento si può disabilitare: ecco come.

Hashtag

Alcuni utenti hanno cominciato ad utilizzare degli "hashtag" nei commenti ai gruppi di modifiche. Questa scelta è oggetto di dibattito e non è completamente condivisa. Nonostante ciò alcuni strumenti precompilano i commenti con degli hashtag per raggruppare i gruppi di modifiche o per condurre analisi statistiche. Gli hashtag sono semplici parole precedute dal simbolo del cancelletto (#). Gli hashtag vanno sempre aggiunti assieme al commento esplicativo del gruppo di modifiche.

Vedi anche