PEBA Comune di Padova

From OpenStreetMap Wiki
Jump to: navigation, search

Cos'è il PEBA

Il Piano di Eliminazione delle Barriere Architettoniche (PEBA) è uno strumento di pianificazione e programmazione il cui principale obiettivo è garantire l’accessibilità e la visitabilità degli edifici pubblici, l’accessibilità degli spazi urbani pubblici costruiti o naturali e la fruizione dei trasporti da parte di tutti, secondo criteri di pianificazione/prevenzione e di buona progettazione. Il PEBA ha quindi la finalità di garantire il raggiungimento del maggiore grado di mobilità di persone con disabilità nell’ambiente abitato.

Il PEBA di Padova

Il Comune di Padova ha deciso di dotarsi di un PEBA (qui la pagina introduttiva sul sito del Comune) e ha attivato una fase di analisi dello stato di fatto che richiede una mappatura di dettaglio degli spazi urbani (marciapiedi, aree pedonali, ...) in ottica di accessibilità. Durante la fase di analisi è prevista la partecipazione di enti territoriali, associazioni portatrici di interessi diffusi e gestori di servizi pubblici.

Tale mappatura verrà effettuata utilizzando direttamente OpenStreetMap in fase di rilievo e di caratterizzazione degli elementi di accessibilità.

Calendario degli eventi

Per ognuna delle 10 consulte, si svolgerà un incontro serale di presentazione e di scelta degli ambiti di lavoro, e una mappatura durante la mattina o pomeriggio del sabato successivo. Qui il calendario ufficiale sul sito del Comune di Padova.


Al seguente link trovate la mappa aggiornata delle aree di mappatura per consulta così come definita durante i vari incontri partecipati: http://umap.openstreetmap.fr/en/map/mappatura-peba-padova_324435


  • Consulta 1 – Centro:
    • martedì 07/05/19 ore 21.00, Sala riunioni ex Dazio, Riviera Paleocapa 98
    • mappatura sabato 11/05/19 ore 9.30: punto di ritrovo di fronte all'edicola all'incrocio tra Corso Milano e via Dante (https://www.openstreetmap.org/way/131967306)
  • Consulta 5A – Armistizio:
  • Consulta 3B – Forcellini Camin:
    • mercoledì 15/05/19 ore 20.45, Sala di quartiere, Via Boccaccio 80
    • mappatura sabato 18/05/19, ore 9.30: punto di ritrovo a Forcellini nella piazza di fianco all'Alì.
  • Consulta 4A – S.Croce S. Osvaldo:
    • giovedì 16/05/19 ore 20.45, Sala Ivo Scapolo, Via Sanmicheli 65
    • mappatura sabato 25/05/19, ore 9.30: punto di ritrovo in via Sanmicheli, di fronte alla sala Ivo Scapolo.
  • Consulta 4B – Bassanello Voltabarozzo:
  • Consulta 3A – Brenta Venezia:
  • Consulta 5B – Savonarola:
    • martedì 04/06/19 ore 20.45, Sala di quartiere, Piazza Napoli 40
    • mappatura sabato 08/06/19 ore 16.00
  • Consulta 6A – Brentella:
    • lunedì 10/06/19 ore 21.00, Sala di quartiere, Via Dal Piaz, 3
    • mappatura sabato 15/06/19 ore 9.30
  • Consulta 6B – Valsugana:
    • mercoledì 12/06/19 ore 21.00, Sala Fernando Barison P.zza F. Metelli, 1
    • mappatura sabato15/06/19 ore 16.00
  • Consulta 2 – Nord:
    • martedì 18/06/19 ore 20.45, Sala di quartiere, via Curzola 15
    • mappatura sabato 22/06/19 ore 9.30

I luoghi di ritrovo per le mappature verranno concordati durante le riunioni serali.

In caso di maltempo le mappature verranno rinviate.

Mappatura degli spazi urbani

La mappatura degli spazi urbani si svolgerà principalmente secondo due modalità:

  • un’analisi tecnica, effettuata dal gruppo di lavoro incaricato dal Comune di Padova;
  • una mappatura partecipata, alla quale potranno partecipare tutte le persone interessate, con il coordinamento del gruppo di lavoro.

Mappatura partecipata

Sono previsti dieci eventi di mappatura partecipata, uno per ogni Consulta del Comune di Padova.

Durante questi eventi, che si svolgeranno durante i fine settimana secondo il calendario visibile su Padovanet alla pagina relativa al PEBA, le persone interessate passeggeranno lungo i percorsi individuati durante gli incontri serali nelle Consulte e “mapperanno” gli elementi di accessibilità degli spazi urbani.

Strumenti utilizzati

Alle mappature potrà partecipare chiunque è interessato. Non saranno richieste particolari competenze tecniche, ma essenzialmente interesse a conoscere e migliorare gli spazi urbani in cui viviamo e attenzione nell’applicazione di semplici regole e nell’utilizzo degli strumenti che verranno proposti. È utile avere con sé un metro a nastro e una penna/matita.

Modalità base: per tutti

Esempio di field paper con annotazioni
Esempio di field paper con annotazioni

La modalità di base per la mappatura sarà attraverso un foglio di carta e una matita. Verranno forniti dei fogli con una cartografia di dettaglio dell’area da mappare, sulla quale verranno annotate informazioni, così come verrà illustrato durante gli incontri di presentazione e prima di ogni mappatura. Le annotazioni verranno poi riportate su OpenStreetMap dai tecnici del gruppo di lavoro. Lo strumento tecnico usato per creare la cartografia saranno i cosiddetti Field Papers (http://fieldpapers.org/), che si basano sulla cartografia OpenStreetMap.

Modalità intermedia: app per smartphone

Chi volesse utilizzare, al posto o a integrazione del foglio di carta, il proprio smartphone per prendere appunti e note vocali o fotografiche potrà utilizzare alcune app.

Tra le varie disponibili suggeriamo OsmAnd (https://osmand.net/), disponibile sia per Android, sia per iOS.

Un’applicazione utile per scattare foto degli spazi urbani (in stile “Google street view”) da usare successivamente per mappature di dettaglio è invece Mapillary, (https://www.mapillary.com/mobile-apps) disponibile anch’essa sia per Android, sia per iOS.

Una terza app, utile invece per semplici attività di editing diretto è StreetComplete (https://play.google.com/store/apps/details?id=de.westnordost.streetcomplete), che permette di usare dei filtri che permettono di orientare l'editing a elementi di interesse per l'accessibilità.

Chi volesse testare l’utilizzo delle app durante le mappature, può installarle sul proprio smartphone prima degli incontri serali nelle consulte (il calendario degli incontri è disponibile su Padovanet alla pagina relativa al PEBA): durante le riunioni di consulta sarà possibile partecipare a un breve laboratorio di mappatura, che fornirà le informazioni di base per l’utilizzo delle app.

Modalità avanzata: editing su computer

Chi volesse iniziare a contribuire direttamente all’editing del database OpenStreetMap, potrà utilizzare iD Editor, l’editor integrato del sito www.openstreetmap.org, oppure installare sul proprio computer l’editor avanzato JOSM (https://josm.openstreetmap.de/wiki/It%3AWikiStart). Ci saranno alcuni momenti di introduzione all’editing di OpenStreetMap al termine degli incontri serali nelle consulte (vd calendario incontri). Per chi è nuovo nel mondo di OpenStreetMap ma è curioso di comprenderne i concetti principali e le modalità operative, consigliamo la guida per principianti LearnOSM (https://learnosm.org/it/beginner/).

Elementi da mappare e tag suggeriti

L'hashtag ufficiale suggerito per i changesets relativi a questi eventi di mappatura e, più in generale, per gli edit che supportano la costruzione del PEBA del Comune di Padova è #PEBA_PD

PERCORSI

Per percorsi si intendono percorsi pedonali o ciclo-pedonali, in particolare i marciapiedi.

In termini OpenStreetMap si tratta di elementi per lo più lineari caratterizzati da tag highway=footway/path/pedestrian.

Per ciascun tratto vanno presi in considerazione le seguenti combinazioni di chiave e valore:

Elemento Key Values Description
Stato della pavimentazione smoothness good

intermediate

bad

Larghezza width <numero> m Larghezza del marciapiede/percorso in metri. Tra il numero e l'unità di misura va lasciato uno spazio.
Inclinazione incline <numero>% Pendenza del marciapiede/percorso in %. Tra il numero e il simbolo % non va lasciato alcun spazio.
Inclinazione trasversale incline:across <numero>% Pendenza trasversale del marciapiede/percorso in %.
Dislivello con superficie carrabile height <numero> Altezza del cordolo del marciapiede rispetto alla superficie stradale adiacente
Illuminazione lit yes/no Presenza di illuminazione

INTERSEZIONI

Anche gli attraversamenti pedonalie, più in generale, le intersezioni dei marciapiedi con le strade, devono essere caratterizzati da tag che ne descrivono l'accessibilità.

Elemento Key Values Description
Scivolo kerb flush E' presente uno scivolo senza scalino
lowered E' presente uno scivolo con scalino <2.5 cm
raised E' presente uno scivolo con scalino >2.5 cm o uno scalino vero e proprio
height <numero> Altezza dello scalino in m
Presenza di pavimentazione tattile tactile_paving yes/no
Intersezione con pavimentazione tattile.
Superficie intersezione/attraversamento differenziata tactile_paving

(+ blind:description:en)

primitive/contrasted
Intersezione con superficie differenziata
Il valore primitive è documentato sul wiki ma poco usato; il valore contrasted non è documentato ma è più utilizzato (vedi taginfo).

L'utilizzo di questo tag, associato magari a una descrizione estesa, può indicare la presenza di pavimentazione differenziata (quindi in qualche modo riconoscibile come diversa) rispetto al percorso/marciapiede, ma senza le caratteristiche specifiche di una pavimentazione tattile.

Presenza segnalazione acustica ai semafori traffic_signals:sound yes/no
Illuminazione lit yes/no Presenza di illuminazione


RAMPE

  • Inclinazione

OSTACOLI

Elemento Key Values Description
Tipo di ostacolo obstacle

(+ obstacle:description)

pole

planter

tree

drain

Ostacolo che restringe il percorso o limita il passaggio.

(pole > palo, planter > fioriera, tree> albero, drain > caditoia)

Riduzione larghezza width <numero> m Larghezza del marciapiede/percorso in metri. Tra il numero e l'unità di misura va lasciato uno spazio.
Transitabilità carrozzine wheelchair (+ wheelchair:description) yes

limited

no

Altezza da terra height <numero> m Altezza dell'ostacolo da terra (ad es. cartello stradale o poggiolo).

Nel caso un elemento di vario tipo (albero, segnale stradale, palo della luce, fioriera, caditoia, ...) rappresenti un ostacolo per il passaggio di una carrozzina, restringendo la larghezza del marciapiede/percorso, si consiglia di aggiungere un nodo nella way e usare nel nodo stesso:

  • un tag obstacle=* che rappresenti il tipo di ostacolo (con opzionale obstacle:description per ulteriori informazioni, ad es. la larghezza della maglia nelle caditoie che, se maggiore di 2 cm, è pericolosa),
  • un valore di width, che rappresenta la larghezza del percorso nel punto in cui l'ostacolo restringe il passaggio,
  • un tag wheelchair=yes/limited/no per indicare se tale ostacolo comporta una limitazione per una persona in carrozzina,
  • un tag opzionale wheelchair:description (con :en o :it per dichiarare la lingua usata) che aggiunge ulteriori informazioni, come la motivazione per cui c'è una limitazione al transito di una carrozzina

Nel caso si voglia rappresentare anche l'elemento fisico che rappresenta l'ostacolo, si può aggiungere un ulteriore tag al nodo stesso oppure creare un nuovo nodo indipendente a fianco.

Si suggeriscono i seguenti tag per gli ostacoli più comuni:

  • per segnali stradali il cui sostegno restringe la larghezza del percorso, usare il tag traffic_sign insieme a support=pole.
  • per fioriere che restringono il passaggio, usare man_made=planter
  • per caditoie usare manhole=drain (con possibilità di aggiungerela il passo della griglia in obstacle:description),
  • per la presenza di alberi, usare natural=tree.
  • nel caso di cartelli stradali o poggioli che siano troppo bassi e costituiscano un potenziale pericolo per le persone che camminano, si può aggiungere un valore di height che segnala l'altezza dell'ostacolo da terra. Il valore minimo dovrebbe essere 2.10 m.

FERMATA MEZZI URBANI

Elemento Key Values Description
Scivolo
Altezza scalino
Presenza di pavimentazione tattile