IT:FAQ

From OpenStreetMap Wiki
Jump to: navigation, search
Lingue disponibili — FAQ
· Afrikaans · Alemannisch · aragonés · asturianu · azərbaycanca · Bahasa Indonesia · Bahasa Melayu · Bân-lâm-gú · Basa Jawa · Basa Sunda · Baso Minangkabau · bosanski · brezhoneg · català · čeština · corsu · dansk · Deutsch · eesti · English · español · Esperanto · estremeñu · euskara · français · Frysk · Gaeilge · Gàidhlig · galego · Hausa · hrvatski · Igbo · interlingua · Interlingue · isiXhosa · isiZulu · íslenska · italiano · Kiswahili · Kreyòl ayisyen · kréyòl gwadloupéyen · Kurdî · latviešu · Lëtzebuergesch · lietuvių · magyar · Malagasy · Malti · Nederlands · Nedersaksies · norsk bokmål · norsk nynorsk · occitan · Oromoo · oʻzbekcha/ўзбекча · Plattdüütsch · polski · português · română · shqip · slovenčina · slovenščina · Soomaaliga · suomi · svenska · Tiếng Việt · Türkçe · Vahcuengh · vèneto · Wolof · Yorùbá · Zazaki · српски / srpski · беларуская · български · қазақша · македонски · монгол · русский · тоҷикӣ · українська · Ελληνικά · Հայերեն · ქართული · नेपाली · मराठी · हिन्दी · भोजपुरी · অসমীয়া · বাংলা · ਪੰਜਾਬੀ · ગુજરાતી · ଓଡ଼ିଆ · தமிழ் · తెలుగు · ಕನ್ನಡ · മലയാളം · සිංහල · བོད་ཡིག · ไทย · မြန်မာဘာသာ · ລາວ · ភាសាខ្មែរ · ⵜⴰⵎⴰⵣⵉⵖⵜ ⵜⴰⵏⴰⵡⴰⵢⵜ‎ · አማርኛ · 한국어 · 日本語 · 中文(简体)‎ · 中文(繁體)‎ · 吴语 · 粵語 · ייִדיש · עברית · اردو · العربية · پښتو · سنڌي · فارسی · ދިވެހިބަސް
Pagine di aiuto in italiano
Portale italiano

Pagina principale

Cos'è OpenStreetMap?


Come posso contribuire?

Autostrade
Ciclovie
Ferrovie
Sentieri
Strade Statali

Come usare OpenStreetMap?


Contatta la Comunità Italiana


Frequently asked questions

Contents

Riguardo il progetto

Perché state realizzando OpenStreetMap?

I dati geografici (geo data), nella gran parte del mondo (Italia ed Europa incluse), non sono gratuiti. In linea di massima l'onere della realizzazione di mappe è delegata ad agenzie nazionali che poi le rivendono a privati o aziende e ne ricavano finanziamenti. Gli Stati Uniti d'America sono l'unica eccezione macroscopica; qui, infatti, le leggi sul copyright delle agenzie nazionali rende questi dati di pubblico dominio.

Se vivi in uno di questi paesi, paghi le tasse perché vengano realizzate le mappe, e paghi nuovamente se vuoi avere una copia di quelle stesse mappe.

I dati che ottieni non sono soggetti a modifiche sostanziali in tempi rapidi. Le strade non si annoiano e quindi non si spostano di propria iniziativa. In linea di massima, una qualsiasi mappa tracciata dopo la seconda guerra mondiale è sufficientemente dettagliata per potersi muovere agevolmente anche oggi.

Spesso le mappe che puoi comprare - e che potresti pensare di "copiare" - contengono errori intenzionali (chiamati in gergo Easter eggs). Si tratta solitamente di strade inesistenti o mancanti, oppure indicazione di edifici che in realtà non esistono. Se si tenta di realizzare una mappa partendo da questi dati, le ditte od enti che le hanno realizzate potranno dire "Ah-ha! Ti ho beccato!" semplicemente controllando se sono presenti i loro errori.

Le mappe possono essere imprecise anche perché acquistate anni prima ed alcune strade potrebbero essere diventate parchi ecc.

Se si ammettono queste difficoltà, risulta chiaro che di quei dati si possono al massimo fare delle fotocopie, ed anche questo in gran parte del mondo potrebbe essere una violazione della legge. Non puoi correggere il nome di una strada od aggiungere l'indicazione di un pub lungo la strada od anche usare i dati con un computer senza pagare i relativi diritti. Mandare una mappa ad un amico, inserirla su di un forum o metterla come indicazione in un invito sono cose meno legali di quanto si sia portati a pensare.

Il progresso tecnologico e la presenza sul mercato di ricevitori GPS economici hanno reso possibile creare le proprie mappe, in collaborazione con altri o meno, senza alcuna delle limitazioni di cui abbiamo appena parlato. Questa possibilità ti restituisce una parte della comunità in cui vivi: se non puoi realizzarne una mappa non puoi descriverla.

Com'è possibile che un progetto del genere porti a mappe accurate?

Come in ogni progetto in stile wiki, non c'è alcuna garanzia riguardo l'accuratezza dei dati. C'è da dire, però, che quasi nessuna mappa "commerciale" dà alcuna garanzia di accuratezza. In fondo, gli errori intenzionali, sono per l'appunto, errori.

L'essenza stessa dei processi in stile wiki, è che gli utenti stessi, tutti gli utenti, hanno un ruolo nell'accuratezza dei contenuti. Se qualcuno dovesse inserire dati errati, per errore o con intenzione, tutti gli altri possono accorgersene e correggere l'errore o semplicemente eliminarlo. La presenza di una larghissima maggioranza di utenti benintenzionati garantisce che gli errori restino entro un limite accettabile.

L'esperienza degli altri progetti basati su wiki ci insegna, comunque, quanto sia agevole raccogliere dati di buona/ottima qualità e quanto, invece, possa essere complicato scovare gli inevitabili errori.

Attualmente non sono stati realizzati processi o meccanismi che rendano semplice questo genere di controllo. Siamo abbastanza certi, comunque, che qualora si dovesse rendere davvero necessario, gli strumenti idonei verrebbero prontamente realizzati.

Al momento il miglior modo di rispondere a questa domanda è giudicare tu stesso. Puoi prendere i dati che riguardano un'area che conosci bene e verificare tu stesso se la mappa è corretta o meno. Un'altra possibilità è di sovrapporre i dati di OpenStreetMap alle immagini di Google Maps: [1]. Ad oggi i dati di OpenStreetMap sono certamente sparpagliati, ma sorprendentemente accurati. Nota: Non usare questo strumento per correggere i dati di OpenStreetMap o per aggiungerne, perché, come detto prima, sarebbe una violazione dei termini d'uso di Google.

E' possibile usare le mappe di OpenStreetMap nel mio navigatore?

Ad oggi è possibile usare le mappe di OpenStreetMap sui navigatori cartografici Garmin (quali, a titolo di esempio, GPS60, Colorado, Oregon) utilizzando mkgmap per effettuare la conversione dal formato OSM al formato binario Garmin. Per i più pigri su www.osm4you.com è disponibile un build (non più giornaliero) già in formato binario per Garmin; questo il link diretto alla cartografia italiana completa: scarica lo zip. Se volete invece una mappa aggiornata e "ruotabile", dovete compilarla da voi: potete scaricare un unico zip con lo script che automatizza il processo sotto Windows (doppio click e via...) più tutti i tool necessari da questo link.

Tecnologicamente non ci sarebbe alcun ostacolo ad usare le mappe di OpenStreetMap nei navigatori commerciali. Il problema, in questo caso, è che il formato con cui vengono archiviate le mappe nei vari navigatori spesso non è conosciuto. I produttori dei navigatori mantengono queste informazioni riservate ed è quindi molto complicato creare versioni delle mappe compatibili con i navigatori commerciali.

Esiste anche la possibilità di sviluppare dei navigatori ex-novo anche usando hardware simile a quello dei navigatori più conosciuti. Il primo passo in questo senso è sviluppare delle applicazioni di navigazione ed in questo siamo già abbastanza avanti. Tra quelle esistente possiamo indicarti:

OsmAnd è un'applicazione di navigazione che usa le mappe di openstreetmap, per dispositivi Android in versione free (con limitazione a 7 nel numero di mappe scaricabili) o in versione a pagamento (6.-- € con un numero illimitato di download mappe). Per dispositivi IOS l'applicazione è al momento (maggio 2016) limitata alla sola visualizzazione di cartine.

RoadMap è un applicazione di navigazioni per PDA e computer piuttosto promettente. E' Open Source ed usa i dati TIGER per gli Stati Uniti d'America e, (nel 2006) dati vmap0 per il resto del mondo. Al momento non supporta ancora l'autorouting, anche se ha il supporto per la sintesi vocale.

Roadnav è un'altra alternativa valida, sebbene, diversamente da RoadMap, non ne esiste una versione per PocketPC ed ad oggi, utilizzi esclusivamente dati TIGER (è stato pianificato il supporto per dati in formato DCW). Supporta l'autorouting, la vista 3D e le fotografie aeree.

NAViT è un software di navigazione completamente opensource. E' ancora nelle sue prime versioni e quindi è limitato nelle funzioni e spesso si blocca, ma chi lo ha provato ne ha avuto parole di elogio. Ad oggi può funzionare più o meno in tutte le piattaforme, da Linux a Windows, a Windows Mobile, ma per alcuni di questi ambienti occorre compilarselo da sé.

Probabilmente esistono anche altre applicazioni, se le scopri segnalacele.

Come posso partecipare?

Ci sono molti modi in cui puoi contribuire al progetto. Se hai un ricevitore GPS puoi usarlo per raccogliere i dati e usare il tool di caricamento per aggiungerli al nostro progetto. Se non hai un ricevitore GPS puoi comunque essere utile. Prova a controllare nella pagina Getting Involved.

C'è una mailing list?

Certamente! Guarda la pagina Contact.

C'è un forum?

Esiste un forum non ufficiale all'indirizzo [2]. Al momento, comunque, gli utenti più attivi discutono sulla mailing list.

Posso supportare il progetto acquistando dei gadget?

Si. Controlla la pagina Merchandise per verificare quello che è disponibile.



Edizione della mappa

Quali immagini o mappe posso usare per realizzare le mappe per OpenStreetMap?

Possono essere usate come base, solo immagini che siano libere da copyright per le opere derivate. Non devi basarti su mappe stampate che abbiano restrizioni di copyright. Non devi usare immagini recuperate da siti ("free beer") come Google Maps.

Immagini che ricadono nel Pubblico Dominio (come quelle fatte dalle agenzie degli USA) sono liberamente utilizzabili.

Vedi anche out-of-copyright maps.

Perché non usare le mappe di Google Maps o di altri come base?

Risposta veloce:

Perché i dati che usano sono a loro volta protetti da copyright da qualche ente come Ordnance Survey. Google e gli altri li prendono in licenza. Se li usassimo, dovremmo pagare.

Risposta estesa:

Molti hacker sanno che differenza ci sia tra "gratis come una birra" ("free as in beer") e "gratis come il parlato" ("free as in speech"). Google Maps è gratuito come la birra, ma certamente non come il parlato.

Se il progetto che si vuol realizzare può essere implementato sfruttando le API di Google Maps, tanto di guadagnato (e di risparmiato). Ma questo non è applicabile a tutti i progetti. Noi abbiamo bisogno di una serie di dati che permetta ai programmatori, attivisti, cartografi e chiunque altro, di raggiungere i propri obiettivi senza doversi necessariamente appoggiare alle API di Google od attenersi ai relativi termini d'uso.

A questo punto, la domanda che viene posta è: "perché non chiedere alle persone di cliccare sulle mappe di Google Map, segnarsi le coordinate ed inserirle nel database di OpenStreetMap? E' gratis, no?".

Sfortunatamente no. I dati usati da Google Maps sono forniti da Navteq o da TeleAtlas (o entrambi), le due maggiori aziende che si occupano di mappature. Queste, a loro volta, si basano su alcuni dati fornitigli dalle agenzie nazionali. Dato che hanno investito milioni di euro (o dollari, o sterline...) per ottenere ed organizzare questi dati, giustamente ci tengono a proteggere il loro copyright.

Se usassimo dati raccolti in questa maniera, creeremmo quello che si definisce un'"opera derivata", che resta protetta dal copyright dei dati sui quali si basa. Nella pratica, questo significa che anche per i nostri dati si dovrebbero pagare i diritti di licenza a queste ditte. Questo è esattamente quello che il progetto OpenStreetMap vorrebbe evitare.

Ti preghiamo di non farti sviare dalle considerazioni sui copyright dei software. Le API di Google Maps possono essere incorporate in applicazioni open source, ma questo non significa che questa concessione riguardi anche i dati su cui Google Maps si basa.

Non è poi ancora chiarissimo se sia possibile creare un'opera derivata dalle immagini aeree. Nel Regno Unito, una possibile interpretazione della legge sembra suggerire che lo si possa fare senza ricadere nel copyright della fotografia. Eventuali pronunce o chiarificazioni della materia potrebbero aprire nuove vie per OpenStreetMap ed altri progetti simili, ma in loro assenza, dobbiamo continuare sulla strada di ricavare le informazioni da soli.

Approfondimenti:
  • Google Maps' Termini di servizio. Fare attenzione, in particolare, nella sezione 'Termini di servizio di Google Maps', dove si legge:
"Per gli utenti privati, Google Maps e i relativi risultati di ricerca, mappe e immagini fotografiche sono messi a disposizione solo per uso personale e non commerciale. Per gli utenti aziendali, Google Maps è a disposizione solo per uso interno e non può essere oggetto di distribuzione commerciale, ad eccezione del fatto che è possibile accedere alle mappe e visualizzarle utilizzando l'API di Google Maps conformemente a quanto stabilito dai relativi termini e condizioni."
nella sezione 'Informazioni sulle mappe:
"I dati di geocodifica per i contenuti delle mappe di Google Maps vengono concessi in licenza da Navteq North America LLC e/o Tele Atlas North America, Inc. e/o altri fornitori. Tali dati sono soggetti alle leggi per la tutela del copyright e a tutti i diritti di proprietà intellettuale a disposizione di NAVTEQ, TANA e/o altri fornitori."
nella stessa sezione si legge anche:
"Inoltre, non è consentito l'uso di Google Maps in modo che dia agli utenti accesso a download di massa oppure feed collettivi di coordinate numeriche per la latitudine e la longitudine."
  • La Mailing list di Openstreetmap archives. Puoi cercare nel archivio con i termini "derived works", ed ancora un thread dell'ottobre 2005 chiamato "London locations".

Perché non posso usare le mappe catastali, i piani regolatori o i CTR?

Sebbene, per legge, l'accesso alle mappe catastali, ai piani regolatori o alle Carte Tecniche Regionali (e ad altre cartografie degli Enti Pubblici) non possa essere limitato, la loro consultazione ed il loro utilizzo per derivarne altre mappe, non sono la stessa cosa.
Spesso, infatti, la cartografia stessa è accessibile liberamente tramite servizi WMS resi disponibili dagli enti stessi. Da questi servizi, solitamente, non è possibile però scaricare i dati grezzi. Quando anche è possibile, i termini d'uso non ne permettono l'uso a scopo commerciale.
Questo è il primo dei problemi: la licenza utilizzata da OpenStreetMap prevede che i dati possano essere riutilizzati anche a scopo commerciale. Questo significa che una sorgente di dati che neghi questa possibilità diventa automaticamente non utilizzabile per OpenStreetMap.
Cosa si può fare allora?
L'unica possibiltà di utilizzo dei dati di proprietà degli Enti Pubblici è quello di contattare i responabili (assessori o Direttori dei servizi territoriali) e farsi rilasciare, su carta intestata, autografa e con la bollatura dell'ente, l'autorizzazione all'uso della cartografia per derivarne dati che verranno contribuiti ad OpenStreetMap e per i quali non viga il vincolo dell'uso non commerciale.
Ovviamente questo genere di richiesta ha più probabilità di successo se portata avanti da una un'associazione che sia rappresentativa. In questo senso sarebbe preferibile non procedere in ordine sparso ma coordinarsi nella mailing list italiana.

Perché non usate gli schemi ed applicazioni del Open Geospatial Consortium (OGC) per OpenStreetMap?

Ci sono parecchie applicazioni che ci vengono suggerite per l'uso con OpenStreetMap. Il problema, spesso, è che sono difficili da utilizzare o mantenere, e le persone sono solitamente poco propense a metterci le mani per adattarle. Usiamo MapServer per generare versioni statiche delle mappe, ma, sfortunatamente, ci siamo resi conto che sia inadatto all'uso che ne vorremmo fare, quindi lo sostituiremo quanto prima.

Non è che la comunità di OpenStreetMap sia contraria agli standard di OGC, ma OpenStreetMap è realizzato per interazione tra i suoi utenti, cercando di mantenere l'approccio più semplice che possa portare a mappe utili. Il Focus è nel raccogliere le informazioni sulle strade ed editarle secondo lo stile wiki dove di tutte le modifiche resta traccia e possono essere annullate. Molti dei tool che ci vengono suggeriti non permettono questo genere di cose.

Alcuni dei tool di OGC sono comunque interessanti e, se hai del tempo da dedicare alla loro applicazione ad OpenStreetMap, sei il benvenuto.

Prova, inoltre, a leggere la pagina Why not GPX per capire perché non si sia usato questo formato per l'archiviazione dei dati.

Ho editato i dati tutto il giorno, ma le mie modifiche non appaiono nel viewer!

La sezione di visualizzazione di OpenStreetMap lavora su di una cache. Attualmente i riquadri vengono aggiornati ogni 48 ore, ma gli amministratori stanno lavorando per ridurre questo ritardo. Il visualizzatore, in ogni caso, mostra la versione più recente della gran parte della mappe.

Nel frattempo, prova a vari livelli di zoom, in Firefox, clicca con il tasto destro al di fuori dei dati, scegli "view image" e poi clicca l'icona del refresh per forzare il server a ridisegnare il riquadro. Puoi usare lo stesso trucchetto per ricalcolare qualsiasi riquadro in cui dovesse mancare l'immagine satellitare o qualche strada. (A seconda del carico dei server, il problema può essere variamente visibile).

È utile introdurre anche strade/edifici sotterranei o ingombra la mappa?

Tutte le informazioni aggiunte, se precise, sono utili: una massima molto comune in openstreetmap è che bisogna mappare per il database, non per il rendering. Aggiungere le sagome di strutture sotterranee può essere difficile - dato che non ci vengono in aiuto né i GPS né la fotografia aerea - e può essere considerato a bassa priorità, ma certo si può aggiungere passaggi sotterranei e gallerie, al limite anche approssimando in mancanza di punti di riferimento certi.

Ho avuto un segnale inaffidabile nel centro città o vicino ad edifici con molto metallo

Le unità GPS per poter lavorare (e registrare) con una precisione accettabile, hanno bisogno di ricevere in maniera chiara il segnale di almeno 3 satelliti. Spesso, nei centri città ed in particolare in vie strette, la presenza di palazzi particolarmente alti può limitare l'area di cielo visibile e quindi rendere difficoltosa la ricezione di questi segnali. Gli edifici stessi, inoltre, possono causare anche la riflessione di questi segnali, causando un effetto chiamato multi-path effect. Talvolta riprovare la registrazione in una giornata con cielo meno coperto potrebbe risolvere il problema.

Per mappare con dati imprecisi, può essere utile aggiungere prima il reticolo delle vie grandi, in cui il segnale è migliore, e poi basarsi (anche) su quelle per aggiungere le minori.

Altre domande tecniche

Ho dei dati GPS, come posso usarli per aiutare OpenStreetMap?

Ci sono molti modi per inserire i tuoi dati nel database:

  • editare i dati online usando l'interfaccia web, un applet Java che lavora nel tuo browser;
  • editarli a casa usando JOSM, creando direttamente nel tuo computer tracciati prima di caricarli sul server.
  • anche senza avere un GPS puoi aiutare, vedi Getting Involved.

Ho foto/immagini vettoriali... georeferenziati della mia zona. Posso caricarli?

Saremo ben contenti di avere le tue immagini ad alta risoluzione georeferenziate se sono libere da limiti di copyright per le opere derivate, o se sei il titolare del copyright e ce ne attribuirai quelli rilevanti. Sfortunatamente non abbiamo ancora un modo preciso per aggiungere immagini ai nostri dati, ma resta in contatto nella mailing list e ne verrai informato appena possibile.

Stessa cosa per le forme vettoriali od altro genere d'informazione - siamo sicuramente interessati, ma al momento non sappiamo come gestirli. Per ora.

Perché non dovrei cominciare lo sviluppo di un nuovo editor, migliore/differente/più carino di quelli esistenti?

Ci sono già una buona varietà di editor in sviluppo, e confondere ulteriormente le acque con un altro serve solo a disperdere le energie. Piuttosto cerca di capire se puoi inserirti nel gruppo di sviluppo di uno degli editor già esistenti, come JOSM, Merkaator, o l'online applet.

Perché non si divide il carico del Database su vari server?

Dividere il carico dei server di OpenStreetMap tramite replicazione di MySQL, via BitTorrent o piccioni viaggiatori, sarebbe raccomandabile, ma l'idea al momento non ci attrae un granché soprattutto per la manutenzione e le capacità che sono richieste. Se sei esperto in questo genere di attività di amministrazione, non esitare a contattarci ed offrirti come volontario sulla mailing list.

Per iniziare, potresti voler familiarizzare con la struttura esistente che puoi trovare nella pagina Develop.

Perché i dati sono così inconsistenti?

"OpenStreetMap è una mappa liberamente editabile dell'intero mondo. E' realizzata da persone come te." Questo significa che il database è sempre sottoposto alle sperimentazioni, disattenzioni ed errori dei contributori. Questo è anche la sua stessa forza, dato che, tra l'altro, permette la veloce correzione dei dati rispetto al mondo reale.

In questo momento è in corso una transizione del database OSM per la ridefinizione di alcuni tag per la classificazione dei segmenti.

Credo di aver trovato un bug, cosa devo fare?

Se ti dovessi imbattere in un problema con l'applet per l'editing, segnalalto sul OpenStreetMap bug tracking database. Usiamo trac, che si basa sul tuo username e password.

Se noti qualcosa di impreciso, mancante, sbagliato, incomprensibile nella documentazione che stai leggendo, correggilo! E' una wiki! Per spiegazioni su come funziona una wiki e documentazione dettagliata, leggi mediawiki project, la guida dei creatori del software wiki su cui si basa il sito di OpenStreetMap.


Il mio file GPX non si carica correttamente

Il tuo file GPX dovrebbe consistere di punti con una data corretta. Il valore dell'ele(vazione) è opzionale e come default viene considerato 0. Qualcosa come il seguente sarebbe accettabile:

<?xml version="1.0"?>
<gpx
 version="1.0"
creator="GPSBabel - http://www.gpsbabel.org"
xmlns:xsi="http://www.w3.org/2001/XMLSchema-instance"
xmlns="http://www.topografix.com/GPX/1/0"
xsi:schemaLocation="http://www.topografix.com/GPX/1/0
http://www.topografix.com/GPX/1/0/gpx.xsd">
<time>2005-11-07T14:00:09Z</time>
<trk>
  <name>ACTIVE LOG</name>
<trkseg>
<trkpt lat="52.564001083" lon="-1.826841831">
  <ele>115.976196</ele>
<time>2005-11-07T12:03:31Z</time>
</trkpt>
</trkseg>
</trk>
</gpx>

Ci sono 2 cose che lo script di importazione non fa:

  • non considera valide le registrazioni prive di data poiché non possono essere utilizzate per calcolare la velocità;
  • non importa waypoints.

Il motivo di questo è che in molte unità GPS, se vengono resettate, spesso si ottengono da queste dati coperti da copyright. L'esempio più eclatante è il reset di un'unità gps Garmin che inserisce la collocazione degli uffici Garmin in giro per il mondo come waypoints.

Le mie registrazioni hanno più punti sui percorsi laterali che non sulle strade dritte, inoltre i punti sono molto distanti tra loro

Questo accade se l'unità GPS cerca di risparmiare spazio registrando pochi rilevamenti quando si procede diritti. Per evitarlo, occorre modificare le impostazioni dell'unità in modo da far eseguire e registrare i rilevamenti in base al tempo e non allo spazio percorso.

Tempo: In questa modalità l'unità registra una posizione ogni 'x' secondi/minuti/ore. Questo, in alcune unità, può essere modificato. Utilizzare questa modalità può esaurire la memoria del dispositivo molto velocemente. Ovviamente se si procede lentamente molte rilevazioni sono molto vicine l'una all'altra.

Distanza: In questa modalità, viene salvata la rilevazione ogni 'x' Metri/yarde. In alcune unità si può modificare questa densità. Questa impostazione consuma abbastanza velocemente la memoria, seppur in relazione alla propria velocità. Lo svantaggio è che quando si guida in strade veloci e prevalentemente rettilinee, vengono registrate numerose rilevazioni inutili. Inoltre, se si sta mappando una zona particolarmente piccola, valori troppo elevati di distanza possono rendere la registrazione quasi incomprensibile.

Occorre, allora, passare da una modalità all'altra a seconda del tipo di percorso che si intende registrare.

Wrapping: Se questa modalità può essere disabilitata, sarebbe consigliabile farlo. In questa modalità l'unità, una volta esaurita la memoria, comincia a cancellare le rilevazioni più vecchie per far posto man mano a quelle più recenti.

Che immagini satellitari vengono usate come sfondo?

Utilizziamo un mosaico del mondo creato dalla NASA con il satellite Landsat-7. Puoi darci un'occhiata su onearth.jpl.nasa.gov. Sono messe on line tramite un server WMS, quindi puoi a tua volta fartene una copia.

Riguardo le Licenze

Puoi trovare informazioni legali nella relativa It:Legal FAQ